7 SPLENDIDE METE DA CONQUISTARE CON HIKING & BIKING SLOVENIA

Proprio così, “conquistare”, perché queste mete si raggiungono in bici o a piedi.

E non è mica da tutti! Chi ama camminare zaino in spalla sappia che in Slovenia ci sono oltre diecimila chilometri di sentieri e itinerari segnati e 175 rifugi di montagna. E i ciclisti poi, possono andare praticamente ovunque. Ecco qui 7 mete (di tutti i livelli) da raggiungere su due ruote o a piedi, per gite di qualche ora o un paio di giorni. Mare o montagne, laghi o campagna, boschi o città… il difficile sarà scegliere! Solo una decisione è obbligata, del resto: rivolgersi al nostro partner Hiking & Biking Slovenia.

Il sentiero di Triglavska Bistrica, Kranjska Gora

Tutti noi siamo un po’ esploratori in fondo, ci piace vagare alla scoperta di nuovi paesaggi. Soprattutto quando sappiamo di avere un bel posto dove fare ritorno la sera per riposare dalle fatiche della giornata! Ebbene, a Kranjska Gora troverete un ottimo “campo base”. È una località ai piedi delle Alpi Giulie, attrezzatissima per accogliere con tutti i confort gli amanti dello sport all’aria aperta. Da lì potrete scegliere fra oltre 100 chilometri di sentieri escursionistici, da quelli più impegnativi a quelli adatti anche ai più piccoli. Cascate, valli, ruscelli, boschi maestosi, in un attimo vi troverete immersi nella natura. Il sentiero Triglavska Bistrica, ad esempio, segue il corso d’acqua dell’omonimo fiume, che vi accompagnerà attraverso boschi da favola su un tragitto di tre ore, semplice ma molto suggestivo.

  1. Lago Jasna

A circa mezz’ora di camminata da Kranjska Gora si arriva anche al bel lago Jasna (Jezero Jasna in sloveno), uno bellissimo specchio d’acqua racchiuso tra boschi e vette maestose. È il luogo perfetto per passare qualche ora di relax rinfrescante o per fare una sosta prima di continuare sui sentieri della zona. Il lago si trova nei pressi della confluenza tra due torrenti di montagna, e in realtà è diviso in due bacini artificiali e collegati tra loro. Qui si può pescare, fare il bagno, stand up paddle o un giro in kayak. La strada per raggiungere il lago da Kranjska Gora è perfetta da fare a piedi o in bici, e una volta arrivati ci si può rinfrescare con una bibita in uno dei bar e ristoranti sulle rive del lago.

 

 

  1. La Valle dell’Isonzo, tra Bovec, Kobarid e Tolmin

Lungo i tragitti di questa bellissima valle si pedala immersi in una natura verde e rigogliosa, accompagnati dal colore smeraldo dell’Isonzo, così particolare che è difficile togliergli gli occhi di dosso. La valle dell’Isonzo si trova ai piedi delle Alpi Giulie e ai margini del Parco nazionale del Triglav (una meta d’eccellenza per i ciclisti più esperti). Su questa strada si incontrano natura incontaminata, storia e cultura: qui si possono assaggiare i prodotti locali, ad esempio il formaggio artigianale di Bovec o i tipici gnocchi di Caporetto. Avete più di 2600 chilometri di strada e 18 percorsi segnalati da percorrere, fino all’altezza massima di 2055 metri, sulla Sella del Mangart… quest’ultima, decisamente, riservata ai ciclisti più allenati! Da non perdere, in estate, le favolose gole di Tolmin, una visita al museo di Caporetto sulla Grande Guerra e un tuffo nelle acque turchesi del Nadiža (il Natisone), amatissime anche dagli sloveni che in estate hanno voglia di un po’ di freschezza.

 

  1. Velika Planina

Gli sloveni lo chiamano “grande pascolo”, e in effetti questo altipiano a 1600 metri d’altezza è un’oasi di calma e pace dove il tempo segue ancora i ritmi della tradizione pastorale. Ogni estate i pastori conducono le mandrie proprio qui, e ci restano a vivere da giugno a settembre, alloggiando nelle case tradizionali che costellano il mare verde dei prati. La Velika planina è ideale da scoprire a piedi o in bici grazie ai numerosi sentieri e itinerari segnati. L’altipiano si raggiunge in funivia o a piedi, e offre anche diverse opzioni di alloggio. È la meta ideale per dimenticare lo stress della città e trascorrere qualche giorno respirando aria pulita e gustando la genuina cucina locale. Qualche indizio sui possibili menu? Formaggio artigianale artigianale, zuppa d’orzo, gulasch, arrosto con crauti e polenta… alle temperature dell’altipiano sono piatti che si apprezzano sempre!

  1. Capodistria

Capodistria (Koper in sloveno) è una bellissima cittadina di mare, nonché il porto più importante del paese. Il lungomare è molto moderno, con un’ampia scelta di bar e ristoranti dove concedersi un buon pranzo guardando le onde, mentre il centro è ricco di storia e di bellezze architettoniche in stile gotico-veneziano. Nei dintorni c’è moltissimo da vedere, ad esempio la riserva naturale della Val Stagnon (Škocjanski zatok), ma basta recarsi all’ufficio del turismo della cittadina per scoprire tutta una serie di sentieri escursionistici o percorsi tematici nella zona. Ad esempio la Parenzana, alla quale abbiamo dedicato un post qualche tempo fa, e che è perfetta da percorrere in bici per costeggiare tutto il litorale sloveno.

  1. La Palude di Lubiana

Se la Slovenia è il cuore verde d’Europa lo deve ai suoi paesaggi naturali e anche a una politica molto attenta a tutelare l’ambiente. E se Lubiana l’anno scorso è stata eletta capitale verde d’Europa, di motivi ce ne sono tanti. Basti pensare che a soli dieci chilometri dalla capitale si può di pedalare in parco ambientale dalla biodiversità ricchissima, la Palude di Lubiana (Ljubljansko barje). Oltre a essere l’habitat di molte specie diverse di piante e animali, la Palude di Lubiana è anche ricca di storia. Qui sono stati ritrovati dei reperti archeologici di enorme valore, in particolare i resti di palafitte costruite in legno da popolazioni primitive di agricoltori e pescatori. Le più antiche risalgono al quinto millennio a.C.!

  1. Novo mesto e Otočec

A est di Lubiana, verso il confine con la Croazia, c’è Novo mesto. Una città bella e antica, costruita dagli Asburgo nel XIV secolo su un’ansa del fiume Krka, che ancora oggi la abbraccia regalandole un aspetto davvero particolare. A Novo mesto c’è tantissimo da vedere, a cominciare dal bel centro storico e dal museo della Dolenjska, dove troverete reperti archeologici che vanno dai gioielli in ambra ai corredi funebri di tribù celtiche dell’età del Ferro. È d’obbligo assaggiare l’ottima cucina locale, pedalare lungo il Krka e raggiungere Otočec, ad appena 6 chilometri dalla città. L’atmosfera rilassata vi conquisterà, proprio come il verde del paesaggio che circonda il castello, che sorge su un’isoletta al centro del fiume. Un suggerimento: la regione della Dolenjska, dove si trova Novo mesto, è famosa per i suoi ottimi vini. E gli itinerari del vino sono un ottimo modo di coniugare sport e degustazioni, immersi in un paesaggio dolce e verdeggiante!

#Hiking&BikingSlovenia #Novomesto #Otocec #Lubiana #Capodistria #KranjskaGora #LagoJasna #Isonzo #Natisone #viaggi #turismo #Slovenia

Leave a Comment