L’IRRESISTIBILE RICHIAMO DI KANIN, PARADISO DEGLI SCIATORI

Una volta l’indomita sciatrice americana Dolores LaChapelle disse che “sciare fuori pista non è un divertimento, ma una vita vissuta al massimo, in un lampo di realtà”. Certo, LaChapelle era un’icona dello sci alpinismo, e un’atleta preparatissima. E del resto non c’è bisogno di avventurarsi in un fuoripista da brivido (con tutti i rischi del caso) per sentirsi elettrizzati quando ci si trova sulla neve, in montagna. I paesaggi spettacolari, il piacere della velocità, la sensazione di essere a tu per tu con gli elementi… sono tutti ingredienti di uno sport che, non appena lo provi, ti appassiona. In fondo ci vuole passione per essere disposti ad alzarsi alle 5 del mattino nel weekend e passare ore in macchina per trascorrerne qualcuna sulla neve!
foto: Matevž Lenarčič www.slovenia.info

Kanin è una località sciistica imperdibile per i veri innamorati dello sci. Ed è meglio dirlo subito: se amate la neve e la montagna, e avete già esperienza sugli sci (o la tavola da snowboard), qui troverete pane per i vostri denti! 30 chilometri di piste, di cui 22 rossi e 2 neri… Con i suoi 2293 metri d’altezza, Kanin offre una vista mozzafiato: da lassù si sovrastano le cime delle montagne circostanti, maestose, che a volte sbucano da fitte coltri di nuvole; nelle giornate di sole, invece, dal versante sud si vede il Mar Adriatico!

http://www.kanin.si/sl/

Il monte Kanin è enorme altipiano calcareo, e proprio a questo si deve il suo profilo particolare: una lunga cresta lo percorre in tutta la sua lunghezza, e la posizione geografica gli garantisce nevicate frequenti e abbondanti in inverno. Non per niente talvolta c’è neve sufficiente per sciare anche a maggio! Grazie alla particolare conformazione della montagna, poi, l’omonima località sciistica è una meta ideale per fare sci alpinismo. Qui, insieme alle guide, potrete fare escursioni emozionanti, anche fuoripista, e assaporare l’emozione di trovarvi a tu per tu con la natura… e magari di sentirvi un po’ LaChapelle!

Sciare fuori pista non è un divertimento, ma una vita vissuta al massimo, in un lampo di realtà (D. LaChapelle)

Naturalmente ce n’è anche per i principianti: 6 chilometri di piste azzurre e una scuola di sci, dove imparare grazie alle lezioni (individuali o di gruppo) di istruttori esperti. Ancora, Kanin è collegata al centro italiano Sella Nevea: in pratica, con lo stesso ski pass è possibile sciare sullo sloveno Kanin (noto come monte Canin in italiano) e sulle discese udinesi. In effetti quella di Kanin-Sella Nevea è la località sciistica transfrontaliera più grande d’Europa.

http://www.kanin.si/sl/

Per arrivarci si parte da Bovec, una cittadina slovena della splendida valle dell’Isonzo, dove si prende la funivia che conduce al centro sciistico, a oltre duemila metri d’altezza, e da dove si può raggiungere anche l’italiana Sella Nevea. Quest’ultima è perfetta per gli amanti del fuoripista: dato che il versante è prevalentemente ombroso, la neve è adattissima per il freeride. Anche in questo caso ce n’è per tutti, discese impegnative per i più esperti e altre più semplici per i principianti.

Anche chi preferisce le escursioni in alta quota piuttosto non potrà che amare Kanin. Prima che inizi la stagione sciistica e che tutto venga ricoperto di neve, sappiate che potete andare alla scoperta di questa montagna grazie a innumerevoli sentieri da percorrere a piedi o in mountain bike. E se avete voglia di cimentarvi in una ferrata, qui ce n’è una lunga 750 metri (grado di difficoltà A) per salire da 2283 a 2391 metri sul livello del mare.

foto: Marko Mavec www.slovenia.info

La regola, inutile dirlo, è sempre prudenza! Ricordate cos’ha detto una volta Reinhold Messner, uno che di vette ed esplorazioni se ne intende: “Il fascino delle montagne è dato dal fatto che sono belle… grandi… e pericolose”.

Leave a Comment